Vini della Maremma a Grosseto

Maremma shire sembra ormai un ricordo lontano, ora ci si ricompatta dietro il buon senso di “Maremma Toscana”, e la prima uscita dell’omonimo Consorzio Tutela Vini è quanto mai lontana dal fragore delle iniziaitive della vecchia dizione: i raccolti spazi del Convento delle Clarisse, con i produttori allineati in una disadorna e francescana fila. In compenso la sostanza c’è, e non è solo morellino (per il quale comunque c’è un Consorzio specificatamente focalizzato che ben funziona da anni), ma anche vermentino, ciliegiolo, e tanti altri vitigni da soli o in blend. Stupisce perfino il sauvignon (Montauto), si apprezzano i vini di giovani produttori da poco alla ribalta, un segno di vitalità e di buona salute, e anche il companatico è di qualità con gli ottimi formaggi del Caseificio Il Fiorino. Insomma Luca Pollini, alla guida del Consorzio, può essere soddisfatto e magari pensare di allargare gli spazi nella prossima edizione, sempre restando giustamente con i piedi per terra.

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sale Slot Festival della Musica e della Cultura a Napoli Cosa vedi?