Di Redazione Witaly

Expo Rurale: quando la campagna scende in città

Expo Rurale è stata una vera sorpresa, cinque ettari divisi tra la “fattoria” con gli animali visti nel loro ambiente e le filiere dei prodotti (miele, frutti, legumi, verdure. oli, vini, pesci, uccelli, selvaggina ecc..) e ancora i mestieri con i panettieri (bravissimi) i macellai, i norcini, i casari e così via. Tre giorni ricchi di incontri, con tante famiglie che sono venute a curiosare, allietate da giochi, lezioni, apprendimenti, musica. Gran chiusura con i Radioheads! ma quest’ultimo evento era per coincidenza accanto.

Expo Rurale è stata una vera sorpresa, cinque ettari divisi tra la “fattoria” con gli animali visti nel loro ambiente e le filiere dei prodotti (miele, frutti, legumi, verdure. oli, vini, pesci, uccelli, selvaggina ecc..) e ancora i mestieri con i panettieri (bravissimi) i macellai, i norcini, i casari e così via. Tre giorni ricchi di incontri, con tante famiglie che sono venute a curiosare, allietate da giochi, lezioni, apprendimenti, musica. Gran chiusura con i Radioheads! ma quest’ultimo evento era per coincidenza accanto.

 

piccoli frutti dimenticati

 

zucca

 

orto

 

azienda Podere Paugnano

 

rapi

 

donne in campo

 

con le loro merende

 

il prodotto di punta

 

e c’è chi ignora la folla

 

i prodotti del parco dell’Uccellina

 

Chianti Cashmere

 

i prodotti della Garfagnana

 

tempi di gallinacci

 

e porcini

 

il giardino di piante grasse

 

le piante aromatiche

 

la carne

 

le pannocchie

 

agricola Poggio alle Lame

 

frutta da gustare

 

la porchetta

 

le cipolle rosse di Toscana

 

i protagonisti sono loro

 

le chianine

 

la capretta

 

 

 

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sito in wordpress con hosting! Vuoi avere successo? Cucina Italiana