Principe Cerami

Da Redazione Witaly

Un albergo bellissimo con un serio tentativo di proporre una cucina di classe. Artefice primo è sicuramente il cuoco, Massimo Mantarro di 38 anni, bravo, rimasto umile con voglia di apprendere e consapevole della flessibilità che un ristorante di albergo deve avere.

Un albergo bellissimo con un serio tentativo di proporre una cucina di classe. Artefice primo è sicuramente il cuoco, Massimo Mantarro di 38 anni, bravo, rimasto umile con voglia di apprendere e consapevole della flessibilità che un ristorante di albergo deve avere.

Insomma cerca di proporti il salamino di quaglia e foiegras di oca con confettura di carote alla vaniglia e riduzione di vino dolce, ma se poi c’è un bambino che chiede la cotoletta fritta gliela va a fare. Non gli perdoniamo l’ inutile e scontata caramella di cernia lardellata e lo stimoliamo a migliorare una pasticceria che in terra così vocata come la Sicilia si deve esprimere su più alti livelli, ma per il resto è goduria. Principe Cerami dell’ Hotel San Domenico di Taormina.

l’ ingresso, austero

 

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Cosa vedi? Sito in wordpress con hosting! News Italia