La Taverna del Capitano a Massalubrense

Ci veniamo da trentanni, ma mancavamo da qualche tempo. E’ come tornare a casa e ritrovarsi in famiglia, con qualche anno in più un pò per tutti. Una famiglia che ha sempre lavorato e ha sempre pensato di lavorare per la strada giusta e per il meglio. La perdita della seconda stella michelin è stata sicuramente un colpo, non aspettato  e previsto, che ha minato le certezze di una vita. Si avverte il disagio, si comprende il velo di malinconia, ma pensiamo che la cosa migliore in questi casi è saper reagire, non perdere il passo e ritrovare le motivazioni partendo dalla clientela. Clientela che per altro non è calata, che conferma la propria fiducia e che quindi va ancora di più seguita ed onorata. Detto questo e venendo alla cucina, è un pò quella che ricordavamo: grandissima materia prima, attenzione nel rispettarla e nel proporre piatti leggeri, cura nella presentazione. Particolarmente interessanti ci sono sembrati i primi, dove la pasta trafilata a mano dà slancio e profondità alla sostanza delle ricette, una critica invece alla sovente sottolineatura sapida dei piatti e alla parte finale (i dessert) della cena.

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sito in wordpress con hosting! Livenet News Network Capodanno Cinese a Napoli 2020