Di Redazione Witaly

La Palamita a San Vincenzo

 Questo il gentile omaggio che circolava nella seconda festa del Palamita che si è svolta questo weekend a San Vincenzo, patria riconosciuta di questo pesce lungo il litorale maremmano.

 Questo il gentile omaggio che circolava nella seconda festa del Palamita che si è svolta questo weekend a San Vincenzo, patria riconosciuta di questo pesce lungo il litorale maremmano. Pesce che è a metà tra il povero e ricco, buono quanto il tonno e pure meglio (soprattutto rispetto al tonno pinna gialla), si presta a mille usi in cucina e quindi ben venga una festa tutta per lui. L’idea venne la prima volta a Fulvio Pierangelini. Lui poi se n’è andato, ma la festa è rimasta. Intorno è cresciuta un’attività, si sono aperti laboratori che utilizzano la palamita in tutti i modi (porchetta, salame, prosciutto ecc, tutto usando questa carne, il migliore e più noto è l’ Askos). c’è anche una gara tra ristoratori e noi eravamo in giuria.

 

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Parmiggiano Reggiano, Quello vero è uno soloQuesto video terminerà tra 10 secondi