Di Luigi Cremona

I Tre Gobbi a Bergamo

Perchè ci è piaciuto? Perchè è un locale a tutto tondo. Bella la posizione, in un angolo appena fuori dal centro storico, ma accanto al passaggio per la vicina chiesetta sopra il canale evoca racconti antichi ed infatti qui veniva pure Donizzetti. L’oste, Marco Carminati, è un personaggio verace, ingegnere chimico, poi grande appassionato in giro a visitar le stelle (quelle della Michelin, e ne ha visitate centinaia); lo chef, Filippo Cammarata un siciliano nato a Bergamo, rotondo di fattezze, di cuore e anche nei sapori dei suoi piatti. La sala rinnovata è in buon equilibrio tra funzionalità moderna e atmosfera d’antan, i piatti come dicevamo sopra sono golosi, una specie di barocco siciliano trasportato in Lombardia. E’ uno chef che lavora per il palato della sua clientela e non inseguendo una solitaria avventura. Tra le cose migliori citiamo l’animella e i ravioli, e il dessert al quale diamo la copertina. La cosa che meno ci è piaciuta sono forse gli gnocchi un pò evanescenti.

I Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a BergamoI Tre Gobbi a Bergamo

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sito in wordpress con hosting! Livenet News Network Capodanno Cinese a Napoli 2020