Di Redazione Witaly

Vitello d’ oro a Udine

Compiuto il passaggio generazionale (ma il padre Antonio e la mamma Gigliola vigilano sempre), questo ristorante si conferma come locale solido ed affidabile. Qualche concessione modaiola nella lunga variazione di tonno, ma per il resto si nota un’evoluzione delle idee alla base della cucina, sempre restando nell’ambito della cucina di mare che è la caratteristica del ristorante fin dalla sua nascita.  Vitello d’oro, famiglia Sabinot con Massimiliano in cucina, il fratello Gianluca in sala.

Compiuto il passaggio generazionale (ma il padre Antonio e la mamma Gigliola vigilano sempre), questo ristorante si conferma come locale solido ed affidabile. Qualche concessione modaiola nella lunga variazione di tonno, ma per il resto si nota un’evoluzione delle idee alla base della cucina, sempre restando nell’ambito della cucina di mare che è la caratteristica del ristorante fin dalla sua nascita.  Vitello d’oro, famiglia Sabinot con Massimiliano in cucina, il fratello Gianluca in sala.

la brigata di cucina

la sala un pò datata

il dehor, essenziale

dettaglio

sfiziosità

il pane

il tonno

dettaglio

Risotto di scampi & scampi e polvere di cappero (scampi cotti e crudi)

dettaglio

Piovra cotta a bassa temperatura con patate alle foglie di rafano e vongole veraci

dettaglio

La crema al cioccolato, nocciole caramellate, gelato alla vaniglia e crema all’espresso

dettaglio

papà Antonio e Massimiliano

l’insegna

 

 

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Cucina Italiana Notizie tecnologia Cosa vedi?
array(1) { ["wp-wpml_current_language"]=> string(2) "it" }