Folonari da Pipero

E’ indubbio che Pipero fa la differenza, dalla qualità dell’accoglienza, alla pulizia dei coperti, dallo scorrere felice degli stuzzichini iniziali, alla cura del servizio e ai tanti dettagli, che rendono il pranzo piacevole e sereno. Brilla al centro del percorso la sua mitica carbonara, e poco importa secondo noi se si usano spaghetti o rigatoni quando il risultato è questo. Siamo qui però non per la carbonara, ma per il vino. Anch’esso assolutamente piacevole, corposo e ben equilibrato: parliamo del Cabreo Nino, presentato con la sua antica classe da Ambrogio Folonari e poi ben descritto dal figlio Giovanni, come dire che le belle maniere ieri a pranzo hanno avuto la meglio. Usciti fuori siamo ripiombati nella sciatteria di una città che purtroppo sembra averle smarrite.

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Parmiggiano Reggiano, Quello vero è uno soloQuesto video terminerà tra 10 secondi
Valerio Granato: Sistemista Linux a Napoli, Programmatore PHP. Founder: 3d0 Srl, LiveNet Srl, AlDiQua, LiveCode. Sito in wordpress con hosting! Operazione nostalgia