Folonari da Pipero

E’ indubbio che Pipero fa la differenza, dalla qualità dell’accoglienza, alla pulizia dei coperti, dallo scorrere felice degli stuzzichini iniziali, alla cura del servizio e ai tanti dettagli, che rendono il pranzo piacevole e sereno. Brilla al centro del percorso la sua mitica carbonara, e poco importa secondo noi se si usano spaghetti o rigatoni quando il risultato è questo. Siamo qui però non per la carbonara, ma per il vino. Anch’esso assolutamente piacevole, corposo e ben equilibrato: parliamo del Cabreo Nino, presentato con la sua antica classe da Ambrogio Folonari e poi ben descritto dal figlio Giovanni, come dire che le belle maniere ieri a pranzo hanno avuto la meglio. Usciti fuori siamo ripiombati nella sciatteria di una città che purtroppo sembra averle smarrite.

Potrebbe interessarti

Live Performing Arts Livecode - Marketing Online Sito in wordpress con hosting!