Di Redazione Witaly

Borgo Scopeto

Sul finire del secolo e inizio duemila in pochi anni Elisabetta Gnudi Angelini ha acquisito una serie di proprietà, questa, Borgo Scopeto, ha probabilmente richiesto il maggiore sforzo, per l’imponente ristrutturazione di quello che era (ed è tornato ad essere) uno dei villaggi medioevali più affascinanti del Chianti. Si vede all’orizzonte il profilo di Siena, ma nell’intorno è solo boschi, tanti, e qualche vigna.

Sul finire del secolo e inizio duemila in pochi anni Elisabetta Gnudi Angelini ha acquisito una serie di proprietà, questa, Borgo Scopeto, ha probabilmente richiesto il maggiore sforzo, per l’imponente ristrutturazione di quello che era (ed è tornato ad essere) uno dei villaggi medioevali più affascinanti del Chianti. Si vede all’orizzonte il profilo di Siena, ma nell’intorno è solo boschi, tanti, e qualche vigna. Il piccolo borgo offre una vasta e diversa ospitalità mentre nell’edificio centrale collegato alla torre ci sono i servizi comuni tra i quali ovviamente la ristorazione. Il tutto è molto ospitale, corretto, funzionale. A disposizione degli ospiti biciclette e vespe per andarsene in libertà alla scoperta dei magnifici dintorni, mentre per chi vuole pigramente restare c’è un piccolo centro benessere, tennis e piscina. Elisabetta è donna di grande personalità e straordinaria efficienza, trasmette nei vini la sua passione e determinazione, ci piacerebbe che anche nella cucina facesse sentire la sua impronta. Si mangia in modo normale, ma la natura e la pietra intorno vanno ben oltre. Borgo Scopeto a Vagliagli (SI).

 

 

Potrebbe interessarti

Live Performing Arts Livecode - Marketing Online Sito in wordpress con hosting!