Di Luigi Cremona

Un pranzo improvvisato da Giuseppe Molaro

Con il caldo di una piena estate c’eravamo fermati solo per un saluto, poi è arrivato il cocktail hibiscus fatto con aceto di fiori di ibisco fatto in casa olio al peperoncino, kombucha al the verde e bitter, poi un finger tira l’altro, e come non si può che rimanere a bocca aperta a vedere la perfezione delle squame di pesce soffiate o ad assaggiare la melanzana più buona mai provata? (Scoperta per caso quando Giuseppe appena arrivato a Tokyo andò a mangiare in un locale giapponese che non aveva menù in inglese e ordinò alla cieca le melazane non sapendo cosa potesse arrivare. Da quell’assaggio l’idea della ricetta). Giuseppe si conferma uno dei migliori giovani chef, con un potenziale ancora tutto da scoprire.

Un pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe MolaroUn pranzo improvvisato da Giuseppe Molaro

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Vuoi avere successo? Cucina Italiana Cosa vedi?