Di Redazione Witaly

San Giorgio a Cervo

Magico il piccolo borgo di Cervo e magico l’ ambiente che Caterina Cravet, aiutata dal figlio Alessandro, ha saputo creare negli anni. Si vive una fiaba lunga quanto il pasto tra pizzi e argenti, merletti e candelabri.

Magico il piccolo borgo di Cervo e magico l’ ambiente che Caterina Cravet, aiutata dal figlio Alessandro, ha saputo creare negli anni. Si vive una fiaba lunga quanto il pasto tra pizzi e argenti, merletti e candelabri. Ma non sono solo belle maniere (che comunque tirano sempre su il morale), ma c’è anche la sostanza della cucina, dove Caterina, (aiutata per altro da due giovanissimi ragazzi, il che fa ben sperare), ripete con immutata verve, ricette che non invecchiano perchè hanno la forza della semplice spontaneità e della materia prima. Il gourmet incallito forse non troverà l’ abbinamento inusuale e innovativo, ma mangiare un pesto rotondo e accattivante come quello che irrora i maltagliati è comunque un vero piacere, e Le perdoniamo anche la carenza dell’ aglio che potrebbe in effetti rovinare il proseguimento della fiaba per la coppia che volesse approfittare delle due belle suite superiori. Ristorante San Giorgio a Cervo (Imperia).

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Livenet News Network Vuoi avere successo? Cucina Italiana