Di Redazione Witaly

Rifugio Roda sulla Cima Paganella

C’è un ben di Dio sopra la Paganella! Un signor rifugio che offre qualche camera confortevole, una bottega, un bar per un mangiare veloce, un ristorante, una grande terrazza. Nelle belle giornate di inverno qui si gestiscono centinaia di sciatori, in estate il lavoro è più tranquillo e curato.

C’è un ben di Dio sopra la Paganella! Un signor rifugio che offre qualche camera confortevole, una bottega, un bar per un mangiare veloce, un ristorante, una grande terrazza. Nelle belle giornate di inverno qui si gestiscono centinaia di sciatori, in estate il lavoro è più tranquillo e curato. Sia dato merito a Luigi Giovannini, l’instancabile titolare, di non fermarsi mai e di aver investito anche sulla struttura. La cantina, la cucina, il laboratorio, mostrano attrezzature da ristorante di prima classe, e la selezione degli ingredienti è più che buona. La cucina si mantiene (giustamente, visto la location) su una proposta tradizionale dispensando  sapori e calorie: Rifugio Roda a Zambana (TN) ma si sale da Andalo.

la funicolare

con Medoc

arrivo in cima

Rifugio Roda

ingresso

in terrazza con Gianmaria Marocchi

panorama

Luigi Giovannini

la bottega

fa anche vino

e marmellate

cucina 1

cucina 2

estratto di pino mugo
cantina grotta

cantina 2

cantina 3

un brindisi con il Trentodoc

la sala interna

il ristorante

polenta porcini e formaggio alla piastra

carne salada di cervo con panna acida al pino mugo

tagliere di formaggi

carne salda con tortini croccanti di patate

spatzle al pino mugo con speck croccante e riso ai mirtilli con essenza di ginepro

altro brindisi con i Riflessi del Brenta, sempre prodotto da Giovannini

capriolo con polenta

Luigi Giovannini

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sale Slot Vuoi avere successo? Cucina Italiana
array(1) { ["wp-wpml_current_language"]=> string(2) "it" }