Di Redazione Witaly

Marchesi a Merano

quale palcoscenico migliore di una cucina? (bella come questa!)

Gualtiero Marchesi a Merano nella Gourmet Arena. Non ha avuto bisogno di cucinare per tenere avvinti gli spettatori. 90 minuti, come una partita di calcio, senza sentir volare una mosca, con la gente che si accalcava anche fuori. Parole e aneddoti sulla cucina, sull’ arte, sulla musica. E poi a entusiasmare il Maestro i grandi prodotti della Gourmet Arena.

quale palcoscenico migliore di una cucina? (bella come questa!)

Gualtiero Marchesi a Merano nella Gourmet Arena. Non ha avuto bisogno di cucinare per tenere avvinti gli spettatori. 90 minuti, come una partita di calcio, senza sentir volare una mosca, con la gente che si accalcava anche fuori. Parole e aneddoti sulla cucina, sull’ arte, sulla musica. E poi a entusiasmare il Maestro i grandi prodotti della Gourmet Arena.

appena arrivato

un pò di riposo nell’ ospitale area della Camcom di Salerno

Lorenza Vitali consiglia la treccia di bufala

arriva l’ uovo al tartufo di Isidoro Consolini in quel momento sul palco cucina

visita di Angela Galia

Donato Ciociola illustra i pregi della mozzarella

Uno dei formaggi più rari del mondo: il vero “Carmasciano” portato dalla provincia di Avellino

il palco è affollato: con Marchesi, i dirigenti della Provincia e della Regione Campania

l’ assaggio

prende la parola Helmuth Koecher, presidente del Wine Festival

due liguri simpatici di passaggio (al moemnto opportuno) Luigi Grillo di Buranco e Claudio Tiranini, la Spurcacciona di Savona

Isidoro Consolini e Florence Guyot appena arrivata a Merano

dietro la cucina si lavora e il Maestro sbircia

Peter Brunel si sta preparando per l’ esibizione

la TV non demorde, entra anche in cucina inseguendo il Maestro

Inizia la conversazione con una Gourmet Arena stracolma

i cuochi sono cuochi e non chef!

l’ arte è quella cosa che sta tra la tela e la vernice di un quadro

l’ elenco delle sue grandi ricette, dal raviolo aperto al riso con oro

la celebrazione dei suoi ottanta anni con la mostra antologica e artistica che si terrà al Castello Sforzesco a Milano

menocucina: una cucina per sottrazione e non ridondante

e tante, tante altre cose ancora

ci raggiungono i vertici della FIC, assente giustificato Paolo Caldana

si beve acqua, Marchesi ama poco il vino

momento ufficiale: la consegna del Premio Godio a un giovane chef altoatesino

Lorenza Vitali prende la corona in argento offerta dalla ditta Mesa

prende la parola Helmuth Koecher

si preparano le bollicine di Contadi Castaldi per il brindisi

Elias Schwienbacher, cuoco diciannovenne del ristorante dell’Hotel Arnstein, a Santa Gertrude in Val d’Ultimo (BZ)

Elias riceve le congratulazioni di Marchesi

parla Giorgio Nardelli della FIC

e Marchesi riceve un riconoscimento importante

un premio anche al bravo Bruno Cicolini qui visibilmente emozionato

un ricordo da parte della Forst, la birra di Merano

Angelo d’ Amico presenta il vitellone bianco

l’ anduja di Vibo

la monumentale ventricina di Teramo

la megatreccia di bufala

il saluto finale

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sito in wordpress con hosting! Livecode - Marketing Online Vuoi avere successo?
Parmiggiano Reggiano, Quello vero è uno soloQuesto video terminerà tra 10 secondi