Di Redazione Witaly

Le Trabe: con Corelli, Costardi e parlando di Maccaturo

Maccaturo, questo il nome del tovagliolo, quello a scacchi bianchi e rossi, un pò grezzo e pesante, dove si usava mettere la polpetta, la parmigiana, l’avanzo del pasto del giorno precedente o la pietanza fatta espresso. In genere piccoli bocconi saporiti e sostanziosi , gustosi e corroboranti per gente che aveva lavorato duramente tutta la giornata e poi a sera doveva ritemprarsi.

Maccaturo, questo il nome del tovagliolo, quello a scacchi bianchi e rossi, un pò grezzo e pesante, dove si usava mettere la polpetta, la parmigiana, l’avanzo del pasto del giorno precedente o la pietanza fatta espresso. In genere piccoli bocconi saporiti e sostanziosi , gustosi e corroboranti per gente che aveva lavorato duramente tutta la giornata e poi a sera doveva ritemprarsi. Un’usanza ripresa in spirito conviviale da Raffaele Vitale di Casa del nonno 13, che spesso la domenica sera riunisce amici colleghi nel suo locale. Ognuno con un suo maccaturo e poi a scambiarsi bocconi prelibati e un buon bicchier di vino. L’iniziativa è stata ripresa qui a Le Trabe, in occasione dell’evento organizzato da Le Strade della Mozzarella, e con Raffaele un gruppo di cuochi amici. Con questo intervento abbiamo concluso la permanenza a Paestum, ma prima altri cuochi hanno presentato ricette interessanti.

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Corsi di formazione haccp Brindisi,corsi di formazione sab brindisi, corsi rls brindisi Ruota dell'Annunziata - Napoli Livecode - Marketing Online