Di Redazione Witaly

Wine & Dine Festival

Oltre duecentomila persone , quasi tutti giovanissimi, con tanta voglia di conoscere, assaggiare e domandare. E qui nulla viene offerto gratis, ma tutto si paga e ci sono le file per un bicchiere di vino o per un trancio di pizza. Quello che hanno faticato i pizzaioli italiani presenti, Barbasso e Tirabassi, o chef del calibro di Simonato, Vineis, Rongoni e tanti altri che hanno cucinato, e’ difficile dirlo. Tutti si sono prestati con tanta abnegazione. Come anche Francesca D’Orazio nella conduzione del Cooking Show.

Oltre duecentomila persone , quasi tutti giovanissimi, con tanta voglia di conoscere, assaggiare e domandare. E qui nulla viene offerto gratis, ma tutto si paga e ci sono le file per un bicchiere di vino o per un trancio di pizza. Quello che hanno faticato i pizzaioli italiani presenti, Barbasso e Tirabassi, o chef del calibro di Simonato, Vineis, Rongoni e tanti altri che hanno cucinato, e’ difficile dirlo. Tutti si sono prestati con tanta abnegazione. Come anche Francesca D’Orazio nella conduzione del Cooking Show.

Rosario Scarpato anima del Padiglione italiano

Oriana Tirabassi grande interprete di pizza acrobatica

È non manca la musica

Piazza Italia, teatro del Cooking show

Steve Kim infaticabile manager Vinitaly international

Tano Simonato e Francesca D’Orazio

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Palloncini Consulenza software gestionale Napoli,software gestionali Napoli, software gestionali per ristoranti, sistemi cassa, casse automatiche Sale Slot