Nira Montana a La Thuile

Dal di fuori non gliele daresti forse le cinque stelle, poi una volta dentro t’accorgi che le vale. Non ci sono troppe coccole ed orpelli, ma la sostanza c’è (spazi comodità funzionalità) e soprattutto un personale esperto e cortese come non è facile trovare d’estate in montagna quando spesso le risorse umane sono avventizie per la corta stagione. C’è una bella spa, una colazione superba e un ristorante gradevole, (bella la mansarda superiore) con uno chef, Paolo Bertholier, che punta più alla sostanza che all’effetto. Certo qualche concessione in più all’estetica, o all’effetto (un abbinamento un pò trasgressivo) renderebbe più interessante la cena che comunque si fa apprezzare nel suo percorso tranquillo e senza rischi. Luca ci fa bere più che bene ed una chiacchierata con il Direttore, una vecchia conoscenza, ci conferma che l’albergo è in buone mani.

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sito in wordpress con hosting! Livecode - Marketing Online Vuoi avere successo?
Parmiggiano Reggiano, Quello vero è uno soloQuesto video terminerà tra 10 secondi