MEDITAGGIASCA 2013: i protagonisti, Chiara Patracchini

Il tocco femminile di Chiara Patracchini lo si nota da piccoli dettagli, dall’eleganza del gusto,dall’armonia degli ingredienti e da un rispetto estremo della materia. Nei suoi piatti non possono mai mancare quattro elementi che considera fondamentali per la riuscita della ricetta: la consistenza, la croccantezza, la cremosità e last but no the least l’acidità

Il tocco femminile di Chiara Patracchini lo si nota da piccoli dettagli, dall’eleganza del gusto,dall’armonia degli ingredienti e da un rispetto estremo della materia. Nei suoi piatti non possono mai mancare quattro elementi che considera fondamentali per la riuscita della ricetta: la consistenza, la croccantezza, la cremosità e last but no the least l’acidità. La sua sembra essere pura e semplice passione che ha trovato pieno sfogo nella cucina della Credenza, dove le persone vengono tenute in considerazione e dove c’è l’opportunità di crescere insieme. La clientela della Credenza è spesso legata a determinati piatti del passato, tuttavia tutti si lasciano tentare dall’assaggiare nuovi gusti, per questo motivo la sua carta dei dolci viene variata e assortita gradualmente con l’inserimento di novità ogni tre mesi circa. Il suo cavallo di battaglia è la rivisitazione del tiramisù.

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Le news per i giovani! Cosa vedi?
array(1) { ["wp-wpml_current_language"]=> string(2) "it" }