Fiera in Campo 2014 Caresanablot, 21-23 Febbraio

Fiera in Campo 2014
Caresanablot, 21-23 Febbraio
Riflettori puntati sul riso per tre giorni, a Caresanablot, in provincia di Vercelli, dal 21 al 23 febbraio  “Fiera in Campo”, la più  importante manifestazione europea sul riso interamente organizzata dai Giovani di Confagricoltura, giunta alla 37°edizione. 
Per la prima volta in Fiera è arrivata la cucina d’autore: “Riso. Colture&Cotture. Chi semina riso raccoglie risotti”, un evento nell’evento, coordinato da Witaly e Luigi Cremona, che ha portato a Vercelli sedici grandi chef che, cucinando di fronte al pubblico, hanno presentato ognuno due ricette, di cui una a base di riso. Due giorni intensi durante i quali la grande cucina ha affiancato l’esposizione dei migliori prodotti dell’Anga. Un’attenta giuria di esperti del settore ha eletto Miglior Azienda Masseria Fornera e Azienda Agricola Mosca e il Miglior Prodotto il Lime di Sicilia di Rocca Coop e i salumi di Azienda Veneto Ovini. Ha ricevuto una menzione speciale anche Piero Rondolino di Riso Acquerello per l’impegno per il bellissimo libro sulle risaie.
Sabato 22 febbraio è stata la volta di Aurora Mazzucchelli del Ristorante Marconi a Sasso Marconi , Alberto Conti del ristorante La Bettola di Vercelli, Ilario Vinciguerra dell’omonimo ristorante a Gallarate, Leandro Luppi di Vecchia Malcesine a Malcesine, Marco Gubbiotti del ristorante Cucinaa a Terni, Christian e Manuel Costardi del ristorante Christian&Manuel dell’Hotel Cinzia a Vercelli , i fratelli Maurizio e Sandro Serva del ristorante La Trota di Rivodutri, Gaetano Trovato dell’Arnolfo a Colle Val d’Elsa e Domenico Cilenti della Porta di Basso a Peschici. I vincitori della miglior ricetta di sabato sono stati i fratelli Serva con il tortino di riso ai mirtilli con porcino caramellato al whisky, crema di riso all’origano cubano e pinoli tostati.
Domenica 23 febbraio invece è stato il turno di Patrizia Di Benedetto del ristorante Bye Bye Blues di Palermo, Christian Milone della Trattoria Zappatori di Pinerolo, Pasquale Palamaro del ristorante Indaco di Ischia, Luca Abbruzzino del ristorante Antonio Abbruzzino a Catanzaro, Roberto Petza di S’Apposentu a Siddi e Ivano Ricchebono del ristorante The Cook a Genova. La miglior ricetta di domenica è stata la minestra maritata di mare con ravioli di riso e latticello di Pasquale Palamaro.
Durante il cooking sono stati presentati e fatti assaggiare al pubblico i prodotti delle aziende espositrici che hanno portato a “Fiera in Campo” le eccellenze dell’agricoltura di tutta Italia: il riso Vialone nano dell’azienda Le Colombare (Verona), l’olio extravergine di oliva taggiasca e le olive in salamoia di Cristina Armato (Imperia), il riso Dop di Baraggia dell’azienda agricola Musso (Vercelli), il riso biologico di Alice Cerutti (Vercelli), i salumi di cinta senese e l’olio extravergine di oliva della Fattoria Tegoni (Siena), il Vermentino di Gallura Oskos della Tenuta Lochiri 1854 (Sassari Olbia Tempio), la birra artigianale del Birrifici De Neri (Grosseto), il peperoncino dell’azienda agricola Cortose (Vibo Valentia), l’olio extravergine d’oliva di Francesco Creta (Foggia),gli agrumi di Roccacoop-op Ricca di Caprileone (Palermo), il vino, l’olio, i legumi e l’aglio biologici dell’agriturismo Masseria La Chiusa (Palermo), il vino della Fattoria di Petroio (Siena), gli oli dell’ azienda agricola Renello (Siena), vino, olio e miele di Rocca delle Macie (Siena), la mozzarella di bufala della società agricola Ghiaccialone (Grosseto), i salumi di pecora dell’Allevamento ovini Morandi (Padova), il riso di di Paola Maria Mosca (Vercelli), l’olioextravergine di Giuseppe Giordano (Siena), il vino di Caparra e Siciliani (Crotone), gli oli aromatizzati dell’azienda agricola Tocci Raffaello (Cosenza), i vini passiti di Bragagnolo (Alessandria), i pomodori dell’azienda agricola Vincenzo Tancredi (Cosenza), lo zafferano biologico, il miele e l’olio dell’agriturismo Cunina di S.Freddi (Siena), le arance e l’olio dell’azienda Certomà Cosimo (Cosenza), il riso integrale e aromatico dei Fratelli Perciaccante (Cosenza), l’olio extravergine biologico dell’azienda agricola Vittoria Zurlo (Crotone), il riso e il vino della società agricola Toninelli (Lodi), le marmellate, le confetture e l’olio dell’azienda Ca’ da Viurin (Savona), il riso dei Fratelli Caldi (Lodi), i salumi dei Fratelli Benedetto (Reggio Calabria), l’olio extravergine, i pecorini e le ricotte dell’azienda agricola Maiorano (Crotone), il riso dell’azienda agricola La Mondina (Novara), le lenticchie dei Monti Sabini della società agricola Angelini Paroli (Perugia), il Parmigiano Reggiano Dop della Società agricola Giansanti (Parma), i cereali, le farine e la pasta della società agricola Antigola (Bologna), il riso Acquerello della società cooperativa agricola Rondolino (Vercelli). 
All’interno della fiera è stata allestita anche un’Area Gourmet dove è stato possibile assaggiare le ricette di Christian e Manuel Costardi del ristorante Christian&Manuel di Vercelli, Davide Bonato del ristorante Il Convento di Trino di Trino Vercellese, Marta Grassi del Tantris di Novara e Paolo Gatta del Pascia di Invorio.
Cucina d’autore anche per la cena gourmet riservata ai giornalisti e ai produttori sabato sera presso il ristorante Christian&Manuel dell’Hotel Cinzia a Vercelli, dove i due giovani chef hanno proposto un menu creato appositamente per l’evento mettendo “in campo” i prodotti del territorio.

info:[email protected]
tel 342 8629707

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Livenet News Network News Italia Operazione nostalgia