Di Redazione Witaly

Cuvée di prestigio al Pomiroeu

Bella serata, bella compagnia ieri sera all’Osteria Pomiroeu di Seregno. Giancarlo Morelli, chef e patron, coniuga qualità e simpatia, la cuvée Lalou nelle due annate, 1998 e 1999, conquista subito. Sarà il fascino del magnum, ma delle due, la prima (versata appunto da alcune magnum) è apparsa ancora più convincente e godibile.

Bella serata, bella compagnia ieri sera all’Osteria Pomiroeu di Seregno. Giancarlo Morelli, chef e patron, coniuga qualità e simpatia, la cuvée Lalou nelle due annate, 1998 e 1999, conquista subito. Sarà il fascino del magnum, ma delle due, la prima (versata appunto da alcune magnum) è apparsa ancora più convincente e godibile. Dietro l’etichetta c’è un lungo lavoro, la ricerca delle particelle migliori, un assemblaggio diverso secondo le annate per ottenere la quadratura del cerchio: massima qualità ma anche massima complessità. Una grande bottiglia, dal prezzo , ovviamente, ragguardevole (circa 200 euro).

ingresso

in cantina

in cucina

Ricardo Enrique Turpo Cordoba giovane stagista peruviano (Acurio)

in sala

il 98

il 99

Giancarlo Morelli al tavolo con Anna di Martino e Alessandro Scorsone

brava e simpatica Chiara Giovoni, ambasciatrice dello champagne

stuzzichino iniziale

crema di patate e ostrica

zuppa di mare in brodo di crostacei al mandarino

cervo con canederlo al pepe bianco

petto di anatra con paprika affumicata

cioccolato in varie consistenze con crumble di frutta secca

Licia Granello e Mauro Remondino

Alberto Lupetti con Chiara e Didier Mariotti, chef de cave

Marco Cenedese, Alessandro Scorsone, Maria Antonietta Pioppo

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sito in wordpress con hosting! Corsi di formazione haccp Brindisi,corsi di formazione sab brindisi, corsi rls brindisi Livenet News Network