Calvados a Mosca

Nato 5 anni fa come Calvados, ristorante francese d’avanguardia, con alla guida Alain Llorca, uno dei migliori e giovani chef francesi. Ma dopo meno di due anni gettava la spugna lui e la cucina francese con l’arrivo del giovane Luigi Ferraro, allora poco più che 30enne (ora 33 anni). Calabrese (costa jonica), ha girato mezzo mondo, dall’Egitto all’Inghilterra, dalla Germania ai Caraibi, prima di arrivare qui. Tanti giri non gli hanno confuso le idee, come spesso accade, ma ha conservato un acuto senso dell’equilibrio, una lucidità lodevole come ci confermano i piatti che ci vengono serviti. Siamo in un ristorante senza dubbio di lusso, dove un Lupicaia costa 500 euro e un Solaia il doppio, dove l’arredo è austero ed elegante, il servizio formale, il sommelier giovane e preparato. E Luigi ci fa iniziare molto bene questo nostro giro di Mosca con dei piatti di ottimo livello.

 

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Valerio Granato: Sistemista Linux a Napoli, Programmatore PHP. Founder: 3d0 Srl, LiveNet Srl, AlDiQua, LiveCode. Sito in wordpress con hosting! Operazione nostalgia
Parmiggiano Reggiano, Quello vero è uno soloQuesto video terminerà tra 10 secondi