Di Redazione Witaly

Al Porticciolo a Lecco

I cambiamenti generazionali sono sempre delicati ma interessanti. Siamo al Porticciolo di Lecco, un locale fine e raccolto, ben nascosto a mezza costa sopra Lecco. Ci si arriva per scelta e non per caso, ma in tanti anni (dal 1984) si è saputo conquistare solida fama grazie alla professionalità di Bruno Ferrari in sala e della moglie Daria in cucina. Il giovane figlio Fabrizio è andato prima in giro da gente come Uliassi e Redzepì, poi è tornato con tanta voglia di fare e con Anna, la sua compagna , che si muove con grazia in sala.

I cambiamenti generazionali sono sempre delicati ma interessanti. Siamo al Porticciolo di Lecco, un locale fine e raccolto, ben nascosto a mezza costa sopra Lecco. Ci si arriva per scelta e non per caso, ma in tanti anni (dal 1984) si è saputo conquistare solida fama grazie alla professionalità di Bruno Ferrari in sala e della moglie Daria in cucina. Il giovane figlio Fabrizio è andato prima in giro da gente come Uliassi e Redzepì, poi è tornato con tanta voglia di fare e con Anna, la sua compagna , che si muove con grazia in sala. Al presente le due anime convivono, in sala c’è il signor Bruno e la giovane Anna, in cucina la mamma e il figlio, e il menù cavalca equamente i due generi: antipasti e primi innovativi, secondi alla griglia e dolci al carrello come ai vecchi tempi. Insomma si punta al nuovo, senza perdere la vecchia clientela. Al nuovo che comunque avanza consigliamo di inserire qualche tonalità acida e sapida in un menù un pò troppo indulgente verso i sapori mordibi, e di rinfrescare i toni degli arredi,  rimasti un pò indietro nel tempo.

 

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sito in wordpress con hosting! Corsi di formazione haccp Brindisi,corsi di formazione sab brindisi, corsi rls brindisi Livenet News Network