Di Redazione Witaly

6 nuovi JRE nel 2009

I JRE crescono, come numero e speriamo si abbassino come età. Ecco i sei nuovi entrati con i quali ci complimentiamo veramente. Riportiamo il comunicato ufficiale che non riporta però, salvo che per Marco Stabile, alcuna età, che considerando la natura dell’ associazione non è un dettaglio trascurabile, eppure la tengono nascosta….manco fossero delle donne! E a proposito del sesso, possibile che non si riesca a far crescere la quota rosa in questa associazione?

 

 

 

 

 


I JRE crescono, come numero e speriamo si abbassino come età. Ecco i sei nuovi entrati con i quali ci complimentiamo veramente. Riportiamo il comunicato ufficiale che non riporta però, salvo che per Marco Stabile, alcuna età, che considerando la natura dell’ associazione non è un dettaglio trascurabile, eppure la tengono nascosta….manco fossero delle donne! E a proposito del sesso, possibile che non si riesca a far crescere la quota rosa in questa associazione?

 

 

 

 

 

Porte aperte a sei nuovi chef all’associazione Giovani Ristoratori d’Europa.

 

Il 2009 porta sei new entry tra i membri dei Jeunes Restaurateurs d’Europe. Sei promesse del panorama della ristorazione italiana. Sei grandi nomi che sicuramente sentiremo nominare spesso da qui in avanti.

I nuovi ingressi sono stati decisi dai soci dell’associazione e andranno a rendere sempre più forte e importante questo gruppo di chef entusiasti del proprio lavoro e decisi a far parte dei questa grande famiglia il cui motto internazionale è “talento e passioneâ€.

Ecco i nomi.

Alberto Tonizzo, chef del ristorante Al Ferarut di Rivignano (UD), una punta di diamante della cucina di pesce locale. Molto giovane e molto promettente, ricco di idee e creatività, continua con successo l’attività avviata dai genitori nello storico ristorante fondato dal padre nel 1964.

Marcello Trentin, diploma delle Belle Arti e la cucina nel DNA; con l’ambizioso progetto di ridare a Torino l’alta cucina ha creato nel 2003 il ristorante Magorabin.

Marco Stabile, 33 anni, toscano, con un curriculum di tutto rispetto, gestisce da qualche anno l’elegante ristorante Ora D’Aria di Firenze dove propone piatti toscani, raffinati e mai banali, dedicandosi con passione anche all’insegnamento.

Cristiano Tomei, giovane autodidatta, diplomato all’istituto nautico ha presto compreso che la sua vita sarebbe stata la cucina. Dopo alcune brevi esperienze ha dato vita al ristorante La Cucina dell’Imbuto a Viareggio (LU).

Francesco Sposito, stella Michelin già a 25 anni, e il fratello Mario, spinti da una grande passione, si dedicano all’attività di famiglia nel ristorante Taverna Estia di Brusciano (NA).

Cristiano Andreini. grazie alle esperienze all’estero e agli insegnamenti del papà, propone una cucina ricca di classe e originalità presso il ristorante Andreini di Alghero (SS) che gestisce insieme al fratello.

 

I nuovi chef ammessi a far parte dell’associazione verranno presentati lunedì 2 febbraio alle ore 13 sul palco di Identità Golose nell’ambito dell’assemblea annuale JRE Italia.

 

7 gennaio 2009

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Consulenza software gestionale Napoli,software gestionali Napoli, software gestionali per ristoranti, sistemi cassa, casse automatiche Sito in wordpress con hosting! Corsi di formazione gestione d'impresa brindisi, consulenze aziendali per pmi brindisi, corsi di formazione web marketing brindisi
array(1) { ["wp-wpml_current_language"]=> string(2) "it" }