Di Redazione Witaly

Il Divo

Bruno Borghesi patron del Mirabelle di Roma

Assomiglia a Sandro Pertini, ma ci ricorda Giulio Andreotti, il Divo. Gente a cui non si chiede l’ età, sono infatti immortali.

Bruno Borghesi patron del Mirabelle di Roma

Assomiglia a Sandro Pertini, ma ci ricorda Giulio Andreotti, il Divo. Gente a cui non si chiede l’ età, sono infatti immortali. Bruno ha fatto la storia della ristorazione romana, anche se curiosamente il suo primo ristorante è stato a Milano, (dal nome significativo: Le Roi). Ma nel 1965 è a Roma all’ angolo di Via Veneto al Sans Souci. Qui ha insegnato a tutti come coniugare classe e belle maniere. E non erano certo tempi facili: da lì a qualche anno ecco la lunga parentesi degli anni di piombo, dove persino fare un soufflè dava adito a critiche. Critiche non astratte e di sole parole, ma accompagnate da minacce, lanci di uova contro gli avventori e scioperi selvaggi del personale. Ma Bruno non demordeva facilmente. La leggenda narra che alla minaccia di schiamazzi esterni e manifestazioni ostili di fronte al locale, abbia detto : “Ci sentiamo assediati, ma resisteremo a lungo: in cantina lo champagne non ci manca”. Dal 2000 il Sans Souci non c’è più, inghiottito in un nuovo albergo di gran lusso, ma Bruno è sempre in prima fila al Mirabelle, dove ha trasferito cristalli e vermeil, pizzi e tessuti preziosi, ma dove soprattutto ha ricreato il “suo” mondo. Certo gli manca la celebre alcova del Sans Souci che ha riempito i pettegolezzi di tre decenni di vita romana, (non certo da Lui alimentati: mai una parola sui suoi Clienti è uscita dalla sua bocca)! Se volete ricevere una lezione di stile e bon ton andatelo a trovare. Vi accoglierà imperturbabile come sempre, sarete trattati alla pari dei ministri che si contendono i pochi tavoli e la sua attenzione, vedrete le nobili vestigia di una ristorazione ormai purtroppo al tramonto ancora brillare sullo sfondo di una Roma da incanto

luci giustamente soffuse

 

l' angolo bar

 

Simone Ferracci sommelier

 

il fedele Mauro Porcacchia

 

con Giuseppe Sestito , chef del Mirabelle

 

ancora Borghesi e Sestito

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Sito in wordpress con hosting! Livenet News Network Capodanno Cinese a Napoli 2020