De Tursi a Strongoli

E’ forse il caseificio principe della regione, dove si è impostata da anni una rigorosa politica di qualità, nell’ambiente, nella pulizia del laboratorio, nel perseguire il biologico, nell’affinare una linea di forma anche grandi a lunga stagionatura. E i risultati si vedono: è lunga la sequenza degli attestati ricevuti, è una conferma l’assaggio di qualche forma che il casaro ci propone. Sorpresa: anche lo yogurt di pecora ha una morbidezza esemplare. Complimenti a questa famiglia che interpreta al meglio il proprio mestiere.

Potrebbe interessarti

Palloncini Capodanno Cinese a Napoli 2024 Radio ufficiale del Maggio della Musica