Di Redazione Witaly

Ristorazione? calma piatta dice la Michelin

Poche le novità per la Michelin. Stelle tolte ai vari locali che hanno chiuso o cambiato lo chef (salvo la dolorosa eccezione del Pinocchio) e stelle aggiunte poche di veramente significative, o scontate per il ritardo accumulato.

Poche le novità per la Michelin. Stelle tolte ai vari locali che hanno chiuso o cambiato lo chef (salvo la dolorosa eccezione del Pinocchio) e stelle aggiunte poche di veramente significative, o scontate per il ritardo accumulato. D’ altronde non è che le altre guide abbiano dato un messaggio diverso, Bottura a parte. Ma la Michelin ha sempre poco amato i fenomeni, mentre condivide, anzi sottolinea alcuni motivi: il primo è il Piemonte, quest’anno la regione leader d’ Italia. L’ anno scorso era stata la Campania e due anni fa l’ Alto Adige. Il secondo che a Roma c’è più movimento che a Milano. Il terzo, e questo è meno condivisibile, anzi secondo noi è la vera novità che ci ha trasmesso la Michelin quest’ anno: la Toscana non è in declino, ma ci offre un nuovo due stelle e varie novità in Versilia.

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Parmiggiano Reggiano, Quello vero è uno soloQuesto video terminerà tra 10 secondi