Di Redazione Witaly

Feva a Castelfranco

Il veneto dà segnali positivi a ripetizione, un buon segno veramente. Nicola Dinato non è certo una sorpresa, lo conosciamo da tempo, ma vuoi per una cosa o per l’altra, finora non era riuscito a decollare. Oggi si presenta con un locale tutto suo, e che locale! Parcheggio parco cucina a vista danno cornice e spessore ad una cucina che da un punto di vista tecnico sfodera l’esperienza conquistata da Ferran Adrià, dai Roux a Le Gavroche e da Alain Ducasse.

Il veneto dà segnali positivi a ripetizione, un buon segno veramente. Nicola Dinato non è certo una sorpresa, lo conosciamo da tempo, ma vuoi per una cosa o per l’altra, finora non era riuscito a decollare. Oggi si presenta con un locale tutto suo, e che locale! Parcheggio parco cucina a vista danno cornice e spessore ad una cucina che da un punto di vista tecnico sfodera l’esperienza conquistata da Ferran Adrià, dai Roux a Le Gavroche e da Alain Ducasse. Una cucina classico moderna che ha il respiro lungo, non vuole bruciarsi nello strafare, ma dare un’immagine di solida e misurata ascesa. A fianco la brava moglie conosciuta in Francia, e attorno una brigata giovane e preparata. Insomma a la Feva si mangia già bene, e probabilmente si mangerà ancora meglio finito il rodaggio. Feva, appena fuori il centro storico di Castelfranco.

 

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Cucina Italiana Notizie tecnologia Cosa vedi?
array(1) { ["wp-wpml_current_language"]=> string(2) "it" }