Di Redazione Witaly

Coltibuono

Emanuela Stucchi Prinetti

Quel giorno a Coltibuono, a parlare di boschi, di cinghiali, di erbe officinali, di musica, di arte, di storia….e il vino? Sì! ovviamente c’è anche quello, ed è buonisismo, ma Badia a Coltibuono è molto di più, http://www.coltibuono.com/

Quel giorno a Coltibuono, a parlare di boschi, di cinghiali, di erbe officinali, di musica, di arte, di storia….e il vino? Sì! ovviamente c’è anche quello, ed è buonisismo, ma Badia a Coltibuono è molto di più, http://www.coltibuono.com/Però anche senza lo scenario e la magia della Badia, seduti nella buia cantinetta di Roscioli, insieme a pochi ma illustri colleghi, come Fabio Turchetti, Luciano de Lello, l’ enologo Maurizio Castelli racconta le scelte biologiche dell’ azienda, il resto ce lo racconta il vino, un grande sangiovese, elegante e profondo, ampio e generoso, non poteva essere altrimenti. Coltibuono, che bel nome, coltivar buono e bene secondo natura.

Potrebbe interessarti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Palloncini Consulenza software gestionale Napoli,software gestionali Napoli, software gestionali per ristoranti, sistemi cassa, casse automatiche Sale Slot