luigi

LUIGI CREMONA BIO

Nato a Roma il 17-1-45, ingegnere meccanico con due grandi passioni: i viaggi e la gastronomia.

La prima lo ha fatto andare in giro per il mondo, dall’ Alaska alla Corea, dalla Terra del Fuoco al deserto del Kalahari, dall’ Himalaya a Capo Nord alla ricerca dell’umanità nei suoi vari aspetti e forme.

La curiosità si è alimentata con i viaggi, soprattutto i colori e gli odori avvertiti nei mercati ed è proseguita alla scoperta dei prodotti alimentari e della tavola. In giro per i ristoranti più celebri d’Europa e del mondo, conosce personalmente i grandi Chef (sovente li ha intervistati prima che diventassero noti ai più) che ora sono i Protagonisti della Ristorazione di quest’epoca.

È sommelier AIS e Maestro Assaggiatore Formaggi dell’ONAF, cura per Informa, la rivista ufficiale, una rubrica dedicata alle recensioni dei ristoranti che hanno una buona cultura casearia.

LE GUIDE

Ha collaborato per dieci anni con la Guida “I Ristoranti” dell’Espresso per passare, dal 1995, al Touring Club Italiano, dove ha creato la guida “Alberghi e Ristoranti d’Italia” che tutt’ora cura con il suo staff di collaboratori ed è consulente per la Ristorazione e l’informazione Alberghiera in genere.   Nel 2006 ha portato in Touring la Guida “Vini Buoni d’ Italia” ideata da Mario Busso ma ha inventato un format inedito che si distingue nel panorama delle guide del vino: la degustazione Finale, totalmente pubblica. Sempre per il TCI ha collaborato alla “Guida al Turismo del Vino” e alla “Guida al Turismo Gastronomico” pubblicata anche dal Corriere della Sera in fascicoli con il titolo “Viaggi e Assaggi”. In sintesi le sue recensioni fungono da contenuto per diverse pubblicazioni sempre del medesimo editore.

Nel 2009 pubblica insieme a Lorenza Vitali “Metedivine” una guida di target alto in italiano e inglese che raccoglie i migliori alberghi gourmet e i migliori ristoranti con camere d’Italia. Nel 2011, la guida comprende alcuni alberghi gourmet con cucina italiana, ma posizionati all’ estero.

IL GIORNALISTA

I suoi articoli sono apparsi e appaiono sulle più importanti riviste del settore, dalla fine degli anni ottanta a oggi: Gran Gourmet, Etichetta, Bar Giornale, La Madia, Nuova Ristorazione, Qui Touring, Il Sommelier (rivista dell’Ais), il Cuoco (rivista della FIC), Mood, Pasticceria Internazionale, Master Meeting, Caseus, Follow me, Hotel Domani, Gente Viaggi, Dove, Fuoricasa, Monsieur, Spirito Divino, Italia Squisita ed altre ancora.

Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive come Vivere Bene, A Tu per Tu su Canale 5, Tempi Moderni su Italia Uno, è stato invitato a La7 ed in altri canali tematici. E’ inoltre intervenuto varie volte in diversi format del Gambero Rosso Channel e a Radio Rai, Video Chat in diretta su Raiuno con Anna Scafuri.

È stato per due anni tutti i martedì Giudice per il trofeo Uovo d’ Oro alla Prova del Cuoco su Rai uno e continua, periodicamente a comparire quale giudice nella stessa trasmissione. Dal 2018 compare in Masterchef Italia ospite insieme ad altri noti colleghi.

Ha partecipato a numerose tavole rotonde sui problemi della ristorazione e del vino, ha fatto inoltre parte di numerose giurie e concorsi di cucina. Ha partecipato al Comitato Costituente di Alma Scuola Superiore di Cucina con sede nella Reggia di Colorno. Ha contribuito alla creazione dell’Accademia dei Maestri della Pasticceria Italiana.

Porzionicremona: dal 2006 nasce prima il blog, poi diventa testata giornalistica di Witaly.

I LIBRI

“Un amore chiamato Friuli” un’importante opera sull’ enogastronomia della Regione, e “Provincia di Rieti: il gusto di scoprirla”, “I grandi ristoranti del Vino e del Formaggio”. Ha realizzato per il TCI il libro “l’Italia dei Formaggi” e ha collaborato ad altri libri della stessa collana sul Cioccolato, sui distillati ed altri alimenti. Ha scritto un altro libro per Giunti Editore “Pasta d’Amare” e fornito contenuti a diversi altri colleghi.

GLI EVENTI

E’ stato tra gli ideatori di EuroChocolate, ha collaborato con Gourmet’s International, organizzatore dell’evento del vino più noto d’Italia, Il Merano Winefestival, ha dato sempre il suo contributo nei programmi del congresso LSDM, era presente alla firma della “Carta di Parigi” di Slowfood.

Nel 2004 incontra la collega Lorenza Vitali che diventa compagna di vita e nella professione: insieme creano Witaly Editore ed iniziano ad ideare ed organizzare nuovi format di eventi.

Da questo sodalizio su più fronti nasce prima “Cooking&Wine” all’interno di “Luxury&Yachts 2006, la prestigiosa Fiera del Lusso di Verona, poi evolve in “Cooking for Wine” e “Cooking for Art” ma il format che più li contraddistingue è senza dubbio “Emergente” gara di giovani chef sconosciuti ai più che vede la sua prima edizione a Napoli nel 2006 a Vitigno Italia e tutt’oggi rimane il cavallo di battaglia di Witaly. L’intuizione fu immediata: dato che Luigi Cremona è sovente considerato dai più famosi chef il primo ad aver scritto di loro, dunque “scoperti” mediaticamente, perché non andare a cercare e mettere in valore i potenziali nuovi campioni della cucina di domani?

Nel 2007 Cooking for Wine organizza un’edizione straordinaria del proprio format all’interno di Cibus Roma.

Intanto nel 2008 riparte la collaborazione con il Merano WineFestival quando Luigi pensa la “Gourmet Arena” un nuovo padiglione accanto alle Terme che ospiterà numerosissimi celebrity chef e la diretta via satellite dell’”Asta Mondiale del Tartufo bianco d’Alba” con Hong Kong, Mosca, NY.

La Finale dei Vini Buoni diventa anche un evento che verrà ripetuto alcuni anni, per tre volte in Campania a Caserta, Benevento e nel 2011 in Abruzzo a Civitella del Tronto.

Podolica 2007: un evento dedicato all’ ambiente, alla carne, al latte di questa straordinaria razza bovina dimenticata, che ha visto la collaborazione tra Witaly e Luciano Pignataro.

Nel 2008 e 2009 a Merano durante il Winefestival nasce un altro importante evento: GourmetHotelCollection, dedicato agli Alberghi che uniscono il confort ad una tavola golosa.

Marzo 2009:  “Cooking for Wine” partecipa a Tirreno CT a Carrara, una fiera dell’Ho.re.ca. storica per la costa tirrenica.

Altro evento inedito: Siciliamo a Marsala, un’avvincente gara a squadre per i giovani chef di tutta la Sicilia in collaborazione con la Camera di Commercio di Trapani negli anni 2009 e 2010.

2010: a ottobre il nuovo evento “Cooking for Art” in concomitanza con la Fiera dell’Antiquariato di Roma, nel Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia, dove a seguire si svolge anche la nuova edizione di Gourmet Hotel Collection, chiamata d’ora in avanti Metedivine dal titolo dell’omonima guida.

“Cooking for Art” si ripete nel 2011 al Palazzo delle Esposizioni di Roma, spazio Open Colonna. La prima edizione è dedicata al tema: La Montagna.

2010: Witaly in ottobre diventa partner di WineTown collaborando nella traccia “alta ristorazione” e realizzando le cene gourmet con Massimo Bottura ed altri noti a Le Pagliere. Nel 2011 l’evento si sposta con grande successo al Mercato Centrale di San Lorenzo.

2011: Nasce Cooking for Olive Oil un evento originale dedicato all’ olio exstravergine di oliva in collaborazione con l’Enoteca Italiana di Siena.

2013: Cooking for Oil a Meditaggiasca, una rassegna dedicata alla famosa oliva taggiasca che viene realizzata con successo presso il Convento dei Domenicani a Taggia.

Il primo evento dedicato alla “Merenda e Prima Colazione” nasce ad Asiago, nel mese di luglio, in collaborazione con l’Azienda Rigoni.

2014: Cooking Show alla Fiera in Campo a Vercelli, ovviamente si parla di riso!

Parte il delicato incarico per la Selezione Italiana del Bocuse d’Or, il più importante e prestigioso premio internazionale di cucina al mondo che si svolge ogni due anni a Lione. Per competere a Lione l’Italia si è scontrata con le altre nazioni per la selezione europea a Stoccolma il 7 e l’8 maggio 2014. La Selezione Italiana si è svolta a Casa Sanremo in concomitanza con il Festival della Canzone, il 20 e il 21 febbraio.

2016: Selezione Italiana del Bocuse d’Or

 Ad Alba, nel prestigioso Teatro Sociale e poi la partecipazione alla Finale Europea di Budapest del Bocuse d’Or, maggio 2016

IL PREMIO EMERGENTE

Nasce l’idea a Napoli in occasione di Vitigno Italia nel 2006, come premio al miglior Cuoco emergente della Regione. Quell’ anno vinse Domenico Somma del Papavero di Eboli. Dal 2007 il Premio è stato allargato a tutto il Sud e dal 2008 si è affiancata l’Edizione del Centro Italia, in collegamento con Medoliva, salone dell’olio del Mediterraneo, di Arezzo. Emergente centro ha poi avuto luogo a Roma e a Fabriano nelle Marche.

Il Premio si è poi esteso a tutta Italia. Al Nord infatti nel giugno 2009 viene organizzato l’evento EMERGE alla Villa Mirabello a Monza. Poi ripetuto dal 2010 e 2011 a Casteggio (PV) nella dimora storica Certosa Cantù.

Nel 2011 viene organizzata un’edizione speciale a Trento, nel prestigioso Palazzo Roccabruna. Nel 2013 e Emergente Nord viene realizzato a Riccagioia (PV) sede dell’Università del Vino della Regione Lombardia.

2011 settembre: Emergente Centro inizia una collaborazione con la Regione Toscana e affianca la bella Fiera di Expo Rurale a Firenze.

Tutti i Premi si svolgono in due fasi. Nella prima viene effettuata una selezione grazie anche al contributo di una giuria composta da colleghi giornalisti esperti dei territori di riferimento dei ragazzi in gara.  Le “nomination” per regione vengono poi invitate alla gara che si svolge seguendo un regolamento messo a punto con l’esperienza di questi anni.

Nel 2011 in concomitanza con Cooking for Art a Roma, si svolge la Finale Nazionale del Premio Miglior Chef Emergente d’Italia alle Officine Farneto di Roma, ne sono susseguite diverse edizioni nella stessa location.

Dal 2010 la gara degli Chef viene affiancata da quella dei giovani pizzaioli che si svolge in parallelo.

Nel 2016 nasce Emergente Sala, premio dedicato ai giovani professionisti di sala under 30.

Nel 2019 nasce il premio “Emergente Ricevimento” per dar voce ai professionisti under 30 dell’accoglienza in hotel.

CHARITY

Nel 2008 la prima edizione della giornata della Caritas a Roma nella Cittadella della Caritas a via Casilina. Dal 2010 viene organizzata prima di Natale e vede l’adesione di chef di larga fama. A queste cene partecipa abitualmente il Sindaco di Roma e altre importanti autorità politiche ed ecclesiastiche, oltre a i numerosissimi benefattori. Sono in atto nuovi progetti sulla formazione per giovani con disagi.

Per diversi anni ha collaborato con la comunità di recupero di san Patrignano realizzando diverse iniziative, essendo presidente di giuria di diversi premi gastronomici ed ideando un format, Blog Café, per far incontrare i primissimi blogger dando loro anche un premio in concomitanza con Squisito!

GLI ATTESTATI

Tra i numerosi attestati e riconoscimenti ricevuti citiamo almeno:

– la “Penna d’ oro” 1997, come miglior giornalista nel settore Turismo e Enogastronomia, premio andato nel passato a giornalisti famosi come Bruno Vespa, Gian Luigi Rondi, Gianni Letta, Sandro Paternostro, Ruggero Orlando etc. – Il Premio Internazionale Portonovo 1998, come miglior giornalista nell’ enogastronomia, premio che gli è stato consegnato da Gualtiero Marchesi

– Oscar del Vino: Premio Internazionale del Vino organizzato da Ais Bibenda. – Miglior giornalista enogastronomico del 2007.

– Miglior Giornalista di Enogastronomia 2008, al Festival della Cucina Italiana di Rimini

– Miglior Scrittore di Enogastronomia, Premio Luigi Veronelli 2008

– Premio Antica Corte Pallavicina 2008 giornalista

-Premio miglior giornalista enogastronomico 2009: Relais La Scottina 20 giugno 2009

– Premio Tarlati dell’Associazione Cuochi di Arezzo, XX edizione 25 gennaio 2010

– Premio “Gio’ Renti” in ricordo di Giovanni Righi Parenti a cura dell’Associazione Culturale Enogastronomica Senese 24 novembre 2011

– Premio Enogastronomico “Piazza de Chavoli” 2013 a Pisa.

-Miglior Giornalista di gastronomia, premio alla Carriera, Mangia&Bevi  marzo 2017

Video Chat

Un’intervista di 44 minuti in onda in diretta su Raiuno.

[/show_more]

Scarica CV

Scarica Foto

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy
Parmiggiano Reggiano, Quello vero è uno soloQuesto video terminerà tra 10 secondi